algoWatt @it

News from algoWatt

23Nov 2022
  • La società ha ottenuto un grant di Euro 150mila nell’ambito del programma Interconnect, con il progetto ECSITE
  • Sarà possibile potenziare il grado di integrazione diretta della piattaforma proprietaria LIBRA CE con i misuratori e gli elettrodomestici intelligenti, minimizzando costi di personalizzazione delle installazioni
  • Previsto un incremento di know how anche su: efficienza energetica, gestione della comunità di energia rinnovabile, servizi di demand-response e flessibilità, scambio energetico P2P (peer-to-peer) / P2G (peer-to-grid).

 

algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, comunica di essersi aggiudicata un finanziamento di Euro 150mila per mentoring e supporto al progetto ECSITE – Energy Communities’ Semantic Interoperability Throughout Europe (https://interconnectproject.eu/news/meet-interconnect-prototypes-open-call-winners/).

L’obiettivo del progetto ECSITE è rendere la piattaforma digitale LIBRA CE – la soluzione proprietaria di algoWatt per la gestione integrata delle Comunità Energetiche Rinnovabili e i Gruppi di Autoconsumo (https://algowatt.com/comunita-energetiche/) – compatibile con l’Interoperability Framework del progetto InterConnect e, pertanto, conforme alla Smart Applications REFerence ontology (SAREF), ampliandone applicabilità, interoperabilità e scalabilità funzionale.

algoWatt è tra le 10 PMI europee selezionate per il finanziamento e per un programma di sostegno di 9 mesi:, che partirà a dicembre 2022. La procedura di selezione ha previsto l’esame di 66 domande presentate da 20 paesi dell’Unione Europea e associati.

Il risultato del progetto ECSITE consisterà in una piattaforma digitale semanticamente interoperabile su misura per la Comunità Energetiche (CER). Uno strumento di aggregazione innovativo per i membri della CER ai quali saranno offerti servizi essenziali (monitoraggio del consumo e della produzione di energia a livello comunitario, calcolo dell’energia condivisa). Il focus sulla interoperabilità consentirà a LIBRA CE di interagire con servizi, dispositivi e piattaforme digitali che già utilizzano l’Interoperability Framework InterConnect e SAREF, potenziando il grado di integrazione diretta con i misuratori e gli elettrodomestici intelligenti e minimizzando costi di personalizzazione delle installazioni e vendor lock-in.

Si prevede, inoltre, che il know-how tecnico maturato nel progetto ECSITE consentirà ad algoWatt di migliorare e sviluppare nel breve periodo alcuni tra i modelli di business più rilevanti oggi sul mercato della digital energy, tra cui: efficienza energetica; gestione della comunità di energia rinnovabile; servizi di demand-response e flessibilità; scambio energetico P2P (peer-to-peer) / P2G (peer-to-grid).

Il progetto InterConnect ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea nell’ambito del Grant Agreement N. 857237.

 

Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.algowatt.com e sul sistema di diffusione delle informazioni regolamentate 1INFO www.1info.it. 

 

algoWatt (ALW), GreenTech solutions company, progetta, sviluppa e integra soluzioni per la gestione dell’energia e delle risorse naturali, in modo sostenibile e socialmente responsabile. La Società fornisce sistemi di gestione e controllo che integrano dispositivi, reti, software e servizi con una chiara focalizzazione settoriale: digital energy e utilities, smart cities & enterprises e green mobility. algoWatt è nata dalla fusione di TerniEnergia, azienda leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’industria ambientale, e di Softeco, un provider di soluzioni ICT con oltre 40 anni di esperienza per i clienti che operano nei settori dell’energia, dell’industria e dei trasporti. La società, con oltre 200 dipendenti dislocati in 7 sedi in Italia e investimenti in ricerca e innovazione per oltre il 12% del fatturato, opera con un’efficiente organizzazione aziendale, focalizzata sui mercati di riferimento: Green Energy Utility: energie rinnovabili, energia digitale, reti intelligenti; Green Enterprise&City: IoT, analisi dei dati, efficienza energetica, automazione degli edifici e dei processi; Green Mobility: elettrica, in sharing e on demand. Mercati diversi, un unico focus: la sostenibilità. algoWatt è quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana S.p.A.. 

21Nov 2022
  • La società promuove attività di general contractor e le proprie tecnologie proprietarie digitali, validate da RSE, per il controllo dei flussi energetici

 

algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, comunica di aver stipulato un importante accordo quadro con una multinazionale europea, leader nei settori strategici dell’elettrificazione, automazione e digitalizzazione, per la fornitura di servizi professionali per la progettazione e sviluppo software per i sistemi di telecontrollo della distribuzione elettrica.

Si tratta di un ambito di attività molto qualificante e ad elevato tasso di professionalità e competenza, che algoWatt svolge da anni in partnership con la suddetta multinazionale, che si distingue per eccellenza ingegneristica, innovazione, qualità, affidabilità e internazionalità da quasi due secoli.

L’accordo quadro, che durerà fino a luglio 2025, prevede l’erogazione di servizi professionali e di servizi a corpo nell’ambito dei sistemi di telecontrollo della rete di distribuzione elettrica; i servizi erogati potranno riguardare attività di progettazione e sviluppo software, consulenza professionale ed attività di assistenza e manutenzione per la gestione dei sistemi hardware e software oggetto dell’accordo.

 

Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.algowatt.com e sul sistema di diffusione delle informazioni regolamentate 1INFO www.1info.it. 

 

algoWatt (ALW), GreenTech solutions company, progetta, sviluppa e integra soluzioni per la gestione dell’energia e delle risorse naturali, in modo sostenibile e socialmente responsabile. La Società fornisce sistemi di gestione e controllo che integrano dispositivi, reti, software e servizi con una chiara focalizzazione settoriale: digital energy e utilities, smart cities & enterprises e green mobility. algoWatt è nata dalla fusione di TerniEnergia, azienda leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’industria ambientale, e di Softeco, un provider di soluzioni ICT con oltre 40 anni di esperienza per i clienti che operano nei settori dell’energia, dell’industria e dei trasporti. La società, con oltre 200 dipendenti dislocati in 7 sedi in Italia e investimenti in ricerca e innovazione per oltre il 12% del fatturato, opera con un’efficiente organizzazione aziendale, focalizzata sui mercati di riferimento: Green Energy Utility: energie rinnovabili, energia digitale, reti intelligenti; Green Enterprise&City: IoT, analisi dei dati, efficienza energetica, automazione degli edifici e dei processi; Green Mobility: elettrica, in sharing e on demand. Mercati diversi, un unico focus: la sostenibilità. algoWatt è quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana S.p.A.. 

04Ott 2022

algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, facendo seguito al comunicato stampa diffuso in data 23 giugno 2022, comunica che il Consiglio di Amministrazione della società, nel corso della sua ultima riunione, ha preso atto della sottoscrizione dell’accordo per l’affitto, alla controllata TerniEnergia Progetti Srl, del ramo d’azienda relativo all’esercizio di manutenzione ordinaria e straordinaria di impianti fotovoltaici.

Con l’operazione, che prevede un corrispettivo annuo pari a Euro 440mila, vengono trasferiti alla subsidiary 14 dipendenti altamente professionalizzati, la licenza del marchio “TerniEnergia” – che sarà utilizzato dalla nuova società – l’ufficio tecnico, le attrezzature e i software relativi alle attività espletate nel settore fotovoltaico in Italia e all’estero dal Gruppo, nonché i contratti di O&M relativi a n. 67 impianti fotovoltaici per la potenza complessiva installata di circa 52 MWp.

Il dott. Fabrizio Venturi, 58 anni, manager con un consistente track record nei settori dell’EPC e dell’O&M fotovoltaico in Italia e all’estero, è stato nominato Amministratore Unico della TerniEnergia Progetti Srl e torna nel Gruppo dopo l’esperienza come consigliere delegato della ex TerniEnergia dal 2007 al 2017. La società, costituita nel 2018 per la valorizzazione di attività considerate non più strategiche nell’ambito del Piano di Risanamento di algoWatt, sarà utilizzata dal Gruppo algoWatt come General Contractor e come veicolo funzionale alle attività di campo e di EPC, dalla progettazione iniziale, alla realizzazione, alla gestione delle pratiche burocratiche fino al collaudo e messa in funzione degli impianti e alla manutenzione, nei settori delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica, della riqualificazione energetica degli edifici e degli stabilimenti industriali e dell’impiantistica smart e digitale per il monitoraggio e il telecontrollo di impianti di produzione, distribuzione e gestione energetica.

Attraverso la TerniEnergia Progetti Srl, il Gruppo algoWatt intende cogliere tempestivamente le opportunità offerte dalla decarbonizzazione e dalla transizione energetica, dalle nuove sfide poste dalla riduzione della dipendenza energetica dall’estero, dallo sviluppo del mercato prosumer (consumo sul posto) per la riduzione del costo di approvvigionamento elettrico e dalla potenziale crescita delle comunità energetiche rinnovabili e dell’autoconsumo collettivo, nonché dall’integrazione di impianti rinnovabili e tecnologie digitali per l’efficienza energetica, la massimizzazione della power generation e la riduzione dei consumi.

In data odierna sarà pubblicato online il sito web di TerniEnergia Progetti all’URL: www.ternienergia.com.

29Ago 2022
  • algoWatt otterrà un’agevolazione a fondo perduto per circa Euro 650 mila nell’ambito di attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, per progetti del valore complessivo di circa Euro 1 milione
  • A partire dal settembre 2022 algoWatt parteciperà, come soggetto affiliato, alle aree di intervento “Tecnologie per la cura e la protezione dell’ambiente, verso emissioni zero” e “Porti intelligenti e sostenibili”
  • L’ecosistema imperniato su robotica e intelligenza artificiale, prevede 33 progetti con aziende affiliate ed è stato promosso da UniGe, IIT e CNR

 

algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, è tra le 22 aziende affiliate che partecipano all’ecosistema nazionale dell’innovazione RAISE, selezionato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica nell’ambito del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per l’accesso alle fasi negoziali e attuative dei progetti proposti.

La Società, a partire dal mese di settembre 2022, prenderà parte ad attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, relative a progetti del valore complessivo di circa Euro 1 milione, con l’erogazione di agevolazioni a fondo perduto per circa Euro 650mila. algoWatt sarà coinvolta in progetti di innovazione relativi alle aree di intervento “Tecnologie per la cura e la protezione dell’ambiente, verso emissioni zero” e “Porti intelligenti e sostenibili”.

Questa prima occasione di accesso ai fondi del PNRR, rappresenta per la nostra azienda un’importante chance di incrementare le ricadute industriali della ricerca applicata nel settore greentech – ha dichiarato il Presidente e Amministratore delegato di algoWatt, Stefano Neri -. Le policy nazionali ed europee delineano un quadro di opportunità nel quale si innesta perfettamente il nostro piano industriale. Nell’ecosistema RAISE, avremo l’opportunità di lavorare nei domìni della robotica e dell’intelligenza artificiale come tecnologie abilitanti per lo sviluppo di applicazioni ad alto valore aggiunto, in settori chiave come ambiente, logistica, porto, città intelligente e salute”.

L’ecosistema RAISE prevede 33 progetti con partner affiliati rappresentati da piccole e medie imprese regionali e vede la partecipazione di UniGe, IIT e CNR come fondatori assieme a Regione Liguria, FILSE, Liguria Digitale, ANCI Liguria, Fondazione CIMA e Job Centre. Oltre il 50 % dei fondi ricevuti saranno dedicati alle imprese attraverso bandi a cascata o progetti specifici di technology transfer per la realizzazione dell’ecosistema.

Il progetto, che prevede un budget di Euro 120 milioni, a valere sulle risorse previste per il PNRR, ha l’obiettivo di assumere un ruolo di riferimento nell’area di specializzazione delineata (Robotica e IA) a livello nazionale e internazionale mediante le competenze già presenti e consolidate sul territorio ligure.

03Ago 2022
  • Ricavi pari a Euro 9,3 milioni (Euro 9,8 milioni al 30/06/2021; -5%)
  • EBITDA pari a Euro 0,4 milioni (Euro 25mila al 30/06/2021) con Ebitda Margin al 4,5%
  • EBIT pari a Euro -1,7 milioni (Euro -2,6 milioni al 30/06/2021; +33,1%), Risultato ante imposte (EBT) pari a Euro -2 milioni (Euro -3,6 milioni al 30/06/2021; +43,8%)
  • Risultato Netto pari a Euro -1,8 milioni (Euro -3,7 milioni al al 30/06/2021; +51,2)
  • Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 13,5 milioni (Euro 12,8 milioni al 31/12/2021;
    +5,73%)
  • Patrimonio Netto pari a Euro 10,5 milioni (Euro -12,1 milioni al 31/12/2021; -13,4%)
  • EBITDA superiore alle previsioni di Piano atteso per la chiusura dell’esercizio*
  • Aggiornamento del calendario eventi societari

 

algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, comunica che il Consiglio di Amministrazione della Società, riunitosi in data odierna, ha approvato la Relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2022.

Il Presidente e Amministratore delegato di algoWatt, Stefano Neri, ha dichiarato*:

Con i risultati del primo semestre 2022, chiudiamo l’implementazione della prima fase del Piano di risanamento e dell’Accordo finanziario e intendiamo, fin da ora, dimostrare la proattività della nuova governance nel mettere in pratica la revisione strategica prevista dal Piano industriale 2022-2024. Siamo confidenti che la seconda parte dell’esercizio, in linea con quanto avvenuto negli anni precedenti, porti a una significativa crescita del business e dei risultati. In particolare, anche in ragione delle stime e delle previsioni che possiamo assumere nell’attuale congiuntura, riteniamo che alla chiusura dell’esercizio 2022 saremo in grado di superare l’obiettivo di EBITDA che abbiamo indicato nel Piano industriale (circa Euro 4,5 milioni). Infine, per aumentare la simmetria informativa tra azienda e investitori, la trasparenza sulle azioni che stiamo intraprendendo e migliorare, nel contempo, la comprensione delle decisioni aziendali e dei loro riflessi sulle performance, abbiamo assunto la decisione di pubblicare i risultati trimestrali, fornendo al mercato un’informativa più tempestiva”.

 

Principali risultati economici e finanziari

I ricavi sono pari a Euro 9,3 milioni (Euro 9,8 milioni al 30/06/2021; -5%). Va evidenziato che la prima parte dell’esercizio è stata dedicata, a seguito del nuovo Piano di risanamento e dell’Accordo finanziario, all’implementazione della revisione dell’impostazione strategica, contraddistinta da una semplificazione della struttura aziendale, con l’eliminazione delle tre business unit per aumentare l’efficienza e ottimizzare i costi. In particolare, è stato impresso un forte cambiamento organizzativo, orientato alla vicinanza e al supporto al cliente con nuove strutture (software factory, gestione centralizzata dei progetti, solution delivery e processi aziendali migliorati). La Direzione Aziendale si attende un impulso alla crescita dei volumi del business nella seconda parte dell’esercizio, anche sulla base del buon andamento riscontrato nell’acquisizione di nuovi ordini.

L’EBITDA si attesta a Euro 0,4 milioni con un incremento considerevole rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio (Euro 25mila al 30/06/2021), con Ebitda Margin pari al 4,5% in consistente crescita. L’EBITDA Adjusted, al lordo dei costi relativi alla ristrutturazione (pari a Euro 291 mila) e agli oneri diversi di gestione e sopravvenienze passive (pari a Euro 406 mila) si attesta a Euro 1 milione circa (Euro 1 milione al 30 giugno 2021). L’EBITDA MARGIN adjusted ammonta a circa il 11,2% (10,5% al 30 giugno 2021).

Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è negativo per Euro -1,7 milioni, con un miglioramento di quasi Euro 0,9 milioni rispetto al corrispondente dato dell’esercizio precedente (Euro -2,6 milioni al 30/06/2021; + 33,1%). La variazione è imputabile in prevalenza alla minore incidenza degli ammortamenti e delle svalutazioni.

Il Risultato ante imposte (EBT) si attesta a Euro -2 milioni (Euro -3,6 milioni al 30 giugno 2021; in miglioramento del 43,8%), per effetto principalmente dei minori oneri finanziari. Si ricorda che l’accordo di ristrutturazione con banche e obbligazionisti ha previsto la maturazione di interessi sul debito oggetto di manovra finanziaria solo fino al 30 giugno 2021.

Il Risultato netto pari a Euro -1,8 milioni, rispetto a Euro -3,7 milioni al 30/06/2021, è in sensibile miglioramento (51,2%) rispetto all’esercizio precedente, per gli effetti sopra descritti.

La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 13,5 milioni (Euro 12,8 milioni al 31/12/2021; +5,73%), con un indebitamento suddiviso in quota a breve per Euro 1,3 milioni e quota a lungo per Euro 12,2 milioni.

L’indebitamento corrente al 30 giugno 2022 accoglie principalmente le linee di credito a breve termine utilizzate come anticipo fatture. La parte non corrente dell’indebitamento accoglie principalmente l’esposizione residua nei confronti delle banche, per gli effetti del nuovo accordo finanziario sottoscritto dalla Società e dalla sua controllante Italeaf in data 22 giugno 2021 e divenuto pienamente efficace al verificarsi di tutte le condizioni sospensive in data 30 luglio 2021.

Il Patrimonio Netto è pari a Euro 10,5 milioni circa (Euro 12,1 milioni al 31/12/2021; -13,4%). Il Patrimonio Netto tiene conto anche delle azioni proprie detenute in portafoglio, che ammontano a n° 1.012.998 (2,15% del capitale sociale).

 

Evoluzione prevedibile della gestione

Lo scenario internazionale continua a essere caratterizzato dalla elevata incertezza legata al conflitto tra Russia e Ucraina, da forti pressioni inflazionistiche, trainate dalle quotazioni dei prodotti energetici e dal cambio di intonazione della politica monetaria.

Le prospettive di crescita per i prossimi mesi appaiono condizionate negativamente dal proseguimento della fase inflattiva, dal deterioramento del saldo della bilancia commerciale e dalla caduta della fiducia delle famiglie. Tuttavia, le aspettative delle imprese mostrano ancora contenuti e diffusi miglioramenti.

Le tensioni geopolitiche descritte, l’inflazione, l’aumento dei tassi d’interesse e gli ultimi lockdown imposti dal governo cinese per la recrudescenza dei contagi da Covid-19 rappresentano le principali sfide alla crescita economica generale che stanno inducendo le principali Banche e Istituzioni mondiali a rivedere al ribasso le stime di crescita per l’anno in corso e che aumentano il contesto generale di aleatorietà e turbolenza nei mercati.

Tali circostanze e scenari, aprono nuove opportunità potenziali per aziende come algoWatt pienamente inserite nell’emergente settore Green Tech, legato alla tecnologia pulita, ovvero a prodotti e/o servizi che migliorano le prestazioni operative riducendo allo stesso tempo i costi, il consumo di energia, i rifiuti e gli effetti negativi sull’ambiente. Avendo già anticipato questo scenario con la semplificazione del modello organizzativo – caratterizzato dall’individuazione dei mercati di riferimento Green Energy & Utility, Green Enterprise & City e Green Mobility -, algoWatt intende perseguire queste scelte strategiche, inserendosi nei filoni di crescita individuati dal Green New Deal europeo, dal PNRR, dalle politiche di stimolo alla digitalizzazione ed a quelle per la lotta ai cambiamenti climatici e la per decarbonizzazione dell’economia.

Il Gruppo sta operando per dare attuazione al Piano di risanamento ex art. 67 comma 3, lettera d), L.F. e all’Accordo finanziario connesso, In particolare, il rispetto dei covenant e degli obiettivi è stato inserito nel nuovo piano 2022-2024 presentato nei mesi scorsi e rappresenta nelle sue linee strategiche il principale terreno di impegno della società nel breve e nel medio periodo e, comunque, nell’orizzonte del Piano stesso.

Per quanto riguarda algoWatt, sarà consolidato e rafforzato il business connesso allo sviluppo di software e all’integrazione di sistema verso clienti leader nei rispettivi settori. Proprio in questo ambito il Gruppo intende assecondare i veloci e profondi cambiamenti tecnologici ed una costante evoluzione della composizione delle professionalità e delle competenze da aggregare nella realizzazione dei servizi e delle soluzioni, con la necessità di un continuo sviluppo e aggiornamento di nuovi prodotti e servizi, e tempestività nel go-to-market.

A ciò si aggiunge il prospettato rilancio della TerniEnergia Progetti Srl, che dovrà operare nei settori dell’installazione di impianti rinnovabili, dell’efficienza energetica, delle ristrutturazioni immobiliari finalizzate all’ammodernamento e alla riqualificazione energetica e all’integrazione tecnologica, rispondendo alla domanda crescente di autoconsumo, dell’elettrificazione dei consumi, della produzione di energia rinnovabile, delal riduzione della dipendenza energetica dall’estero.

Tali prospettive, unitamente al portafoglio di ordini acquisito al 30 giugno 2022 oltre ad un ulteriore backlog in fase di formalizzazione, consentono agli amministratori di guardare con ottimismo al proseguo dell’esercizio e, più in generale, agli esercizi successivi, anche con riferimento al rispetto degli impegni finanziari imposti dalla manovra finanziaria.

Infine, il Gruppo continuerà ad esplorare la possibilità di perseguire operazioni straordinarie volte a sostenere la continuità e la crescita.

 

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE RICHIESTE DA CONSOB AI SENSI DELL’ART.114 DLGS. N.58/98 (TUF)

L’eventuale mancato rispetto dei covenant, dei negative pledge e di ogni altra clausola dell’indebitamento del Gruppo comportante limiti all’utilizzo delle risorse finanziarie, con l’indicazione a data aggiornata del grado di rispetto di dette clausole

algoWatt in data 7 dicembre 2021, a seguito del closing per la cessione delle quote rappresentative dell’intero capitale sociale di tre società agricole, ha comunicato di aver conseguito il covenant relativo al Parametro Finanziario 2021, che prevedeva il perfezionamento di dismissioni per un controvalore pari ad almeno Euro 9 milioni, come previsto dalla Manovra Finanziaria correlata al Piano di Risanamento.

Per quanto concerne gli impegni finanziari (covenant) relativi all’esercizio che chiude al 31 dicembre 2022, si evidenzia che la capogruppo algoWatt è obbligata al rispetto di un rapporto PFN/Ebitda al massimo pari a 4 (che, negli esercizi successivi passerà a 3) e che la sua controllante Italeaf è impegnata al rimborso di debiti al ceto bancario per un importo minimo di Euro 6 milioni tramite la cessione di asset industriali. Per maggiori dettagli in merito ai covenant si rimanda al Paragrafo 3.3.1 “Valutazioni sulla continuità aziendale” delle Note Esplicative.

Per quanto concerne il covenant gravante su algoWatt, sulla base dei risultati consuntivati al 30 giugno 2022, degli ordini acquisiti ed in corso di acquisizione alla stessa data, gli amministratori ritengono che il rispetto del covenant sia ragionevolmente prevedibile.

 

Lo stato di implementazione di eventuali piani industriali e finanziari del Gruppo AlgoWatt, con l’evidenziazione degli scostamenti dei dati consuntivi rispetto a quelli previsti

Si rinvia al piano industriale 2022-2024 “Leading the clean energy transition”, diffuso in data 29 marzo 2022 dalla società e contestualmente presentato al mercato, nonché a quanto riportato nel paragrafo 3.3.1. delle Note Esplicative nel quale sono riportati gli aggiornamenti sull’implementazione del nuovo Piano Industriale e dell’Accordo Finanziario.

***

 

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Filippo Calisti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

Deposito documentazione

Si informa che la Relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2022 di algoWatt, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data odierna, sarà messa a disposizione del pubblico, unitamente alla relazione della società di revisione, nelle modalità previste dalla normativa vigente.

 

Aggiornamento del calendario eventi societari

algoWatt S.p.A., al fine di agevolare l’attività degli operatori del mercato finanziario, ai sensi dell’art. 2.6.2 del Regolamento di Borsa Italiana S.p.A., comunica il seguente aggiornamento del Calendario eventi societari diffuso in data 3 febbraio 2022:

 

10 novembre 2022 – Riunione del Consiglio di Amministrazione per approvazione Resoconto Intermedio di gestione al 30 settembre 2022.

Eventuali variazioni al calendario sopra riportato, nonché le informazioni relative ad incontri con analisti finanziari ed investitori istituzionali saranno tempestivamente comunicate.

Il calendario degli eventi societari è a disposizione del pubblico sul sito internet della Società www.algowatt.com, nella sezione “Investor Relations/Calendario finanziario” nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1INFO, http://www.1info.it.

***

 

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Filippo Calisti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

Deposito documentazione

Si informa che la Relazione finanziaria consolidata al 30 giugno 2022 di algoWatt, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data odierna, sarà messa a disposizione del pubblico, unitamente alla relazione della società di revisione, nelle modalità previste dalla normativa vigente.

*) La presente dichiarazione contiene obiettivi e previsioni che riflettono le attuali stime del Management della Società in merito a eventi futuri. Tali previsioni comprendono, ma non si limitano a, tutte le informazioni diverse dai dati di fatto, incluse, senza limitazione, quelle relative ai risultati operativi, la strategia, i piani, gli obiettivi e gli sviluppi futuri nei mercati in cui il Gruppo opera o intende operare. La capacità del Gruppo di ottenere risultati e obiettivi previsti dipende da fattori esterni. I risultati effettivi potrebbero differire da quelli previsti o impliciti nei dati previsionali.

20Lug 2022
  • Le commesse per conto di IREN Smart Solutions, Esco del gruppo IREN, prevedono la costruzione degli impianti chiavi in mano, senza la fornitura di pannelli per complessivi 1,22 MWp e un corrispettivo di circa Euro 520mila 

 

algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, nell’ambito delle attività del mercato Green Enterprise & City, nel quale la società opera come fornitore di soluzioni per l’efficienza energetica, l’autoconsumo, l’integrazione di sistema tra impianti e componenti hardware e piattaforme software di gestione, si è aggiudicata una commessa del valore complessivo di circa Euro 520mila, relativa alla realizzazione di 3 impianti fotovoltaici utility scale della potenza complessiva di 1,22 MWp senza la fornitura dei pannelli. Committente degli interventi è IREN Smart Solutions, società del Gruppo Iren, che offre soluzioni integrate per l’efficienza energetica rivolte a condomini, imprese, pubblica amministrazione, enti no profit e assistenziali, ed è certificata E.S.Co. ai sensi della norma UNI CEI 11352. 

Gli impianti saranno installati in Lombardia, rispettivamente in località Salerano sul Lambro (LO), Pero e Lodi a copertura di impianti produttivi di proprietà dello stesso cliente finale di IREN Smart Solutions. La commessa prevede l’attività di fornitura chiavi in mano senza fornitura di moduli fotovoltaici per finalità di autoconsumo sul posto, con conseguente riduzione del prelievo di energia dalla rete e riduzione della dipendenza energetica del committente.

15Lug 2022
  • Dimissioni per ragioni personali del CEO Paolo Piccini
  • L’ing. Luca Maria Tonelli nominato Senior Technical Advisor a diretto riporto dell’Amministratore Delegato

 

Il Consiglio di Amministrazione di algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, riunitosi in data odierna con la presidenza di Stefano Neri, annuncia che Paolo Piccini ha rassegnato le sue dimissioni, per motivi personali e con effetto immediato, dal ruolo di Amministratore Delegato e di membro del Consiglio di Amministrazione.

Commentando le dimissioni dell’ing. Piccini, il Presidente Stefano Neri ha dichiarato: “Esprimo i nostri ringraziamenti a Paolo Piccini per la sua dedizione nel ruolo di Amministratore Delegato dal 2021 e di membro indipendente del CDA dal 2018. Auguriamo all’ing. Piccini il massimo dei successi professionali nel prosieguo della sua carriera”.

Il CDA di algoWatt, prendendo atto di tale decisione, ha deliberato di affidare al Presidente Stefano Neri le deleghe precedentemente in capo all’ing. Piccini, nominandolo Amministratore Delegato. Il nuovo CEO sarà coadiuvato dal Senior Technical Advisor ing. Luca Maria Tonelli, esperto di lungo corso in innovazione tecnologica e trasformazione digitale, che contribuirà alla ulteriore crescita della Società sul mercato italiano ed europeo, attraverso l’implementazione di processi efficienti e la ricerca di opportunità di sviluppo e valorizzazione nei settori dello sviluppo software e delle soluzioni applicative per i mercati di riferimento di algoWatt. Il CV dell’ing. Tonelli sarà disponibile sul sito internet di algoWatt nella sezione Investor Relations / Documenti societari.    

Il Consiglio di Amministrazione di algoWatt ha altresì deliberato la cessazione del rapporto di lavoro con l’ing. Idilio Ciuffarella, che di conseguenza non ricoprirà più, a far data da oggi, il ruolo di Direttore Generale e di Dirigente con responsabilità strategiche di algoWatt. Anche nei suoi confronti il CDA ha espresso i migliori auguri per i futuri impegni professionali. 

 

Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.algowatt.com e sul sistema di diffusione delle informazioni regolamentate 1INFO www.1info.it. 

 

algoWatt (ALW), GreenTech solutions company, progetta, sviluppa e integra soluzioni per la gestione dell’energia e delle risorse naturali, in modo sostenibile e socialmente responsabile. La Società fornisce sistemi di gestione e controllo che integrano dispositivi, reti, software e servizi con una chiara focalizzazione settoriale: digital energy e utilities, smart cities & enterprises e green mobility. algoWatt è nata dalla fusione di TerniEnergia, azienda leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’industria ambientale, e di Softeco, un provider di soluzioni ICT con oltre 40 anni di esperienza per i clienti che operano nei settori dell’energia, dell’industria e dei trasporti. La società, con oltre 200 dipendenti dislocati in 7 sedi in Italia e investimenti in ricerca e innovazione per oltre il 12% del fatturato, opera con un’efficiente organizzazione aziendale, focalizzata sui mercati di riferimento: Green Energy Utility: energie rinnovabili, energia digitale, reti intelligenti; Green Enterprise&City: IoT, analisi dei dati, efficienza energetica, automazione degli edifici e dei processi; Green Mobility: elettrica, in sharing e on demand. Mercati diversi, un unico focus: la sostenibilità. algoWatt è quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana S.p.A.. 

23Giu 2022
  • Attraverso l’attività della controllata, il Gruppo intende cogliere le opportunità legate alla riduzione della dipendenza energetica dall’estero, alla decabonizzazione e transizione energetica, alla crescita dell’autoconsumo e al business delle Comunità Energetiche
  • Marco Boero nominato Chief Innovation Data Officer

Il Consiglio di Amministrazione di algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, riunitosi in data odierna con la presidenza di Stefano Neri, ha deliberato di rilanciare l’attività della newco TerniEnergia Progetti Srl, nella quale erano confluiti asset della ex TerniEnergia rappresentati da dipendenti altamente professionalizzati, proprietà intellettuale e certificazioni, ufficio tecnico, attrezzature e software relativi alle attività espletate nel settore fotovoltaico in Italia e all’estero.

La società (costituita nel 2018 per la valorizzazione di attività considerate non più strategiche nell’ambito del Piano di rilancio di TerniEnergia, precedente alla fusione per incorporazione con Softeco Sismat e al cambio di denominazione sociale in algoWatt e ai vigenti Piano di Risanamento e Accordo Finanziario) sarà utilizzata dal Gruppo come General Contractor e come veicolo funzionale alle attività di campo e di EPC, dalla progettazione iniziale, alla realizzazione, alla gestione delle pratiche burocratiche fino al collaudo e messa in funzione degli impianti e alla manutenzione, nei settori delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica, della riqualificazione energetica degli edifici (Superbonus e Ecobonus) e degli stabilimenti industriali e dell’impiantistica smart e digitale per il monitoraggio e il telecontrollo di impianti di produzione, distribuzione e gestione energetica.

Attraverso l’obiettivo strategico di rilancio della controllata TerniEnergia Progetti Srl, il Gruppo algoWatt intende cogliere tempestivamente le opportunità offerte dalla decarbonizzazione e dalla transizione energetica, dalle nuove sfide poste dalla riduzione della dipendenza energetica dall’estero, dallo sviluppo del mercato prosumer (consumo sul posto) per la riduzione del costo di approvvigionamento elettrico e dalla potenziale crescita delle comunità energetiche rinnovabili e dell’autoconsumo collettivo, nonché dall’integrazione di impianti rinnovabili e tecnologie digitali per l’efficienza energetica, la massimizzazione della power generation e la riduzione dei consumi.

Il CDA ha, inoltre, nominato l’ing. Marco Boero, attuale senior advisor di algoWatt per il settore Green Mobility, come nuovo Chief Innovation Data Officer.

10Mag 2022

Margine operativo lordo in crescita e ritorno all’utile: successo del Piano di risanamento e della Manovra finanziaria, rafforzamento della governance e nuova struttura organizzativa

  • Approvata la Prima Sezione della Relazione sulla remunerazione prevista dall’art. 123- ter del TUF
  • Approvate le politiche di remunerazione e incentivazione
  • Nominato il Consiglio di Amministrazione di algoWatt S.p.A. che resterà in carica per gli esercizi 2022, 2023 e 2024. Stefano Neri confermato Presidente.
  • Nominato il Collegio Sindacale di algoWatt S.p.A., che resterà in carica per gli esercizi 2022, 2023 e 2024
  • Autorizzato l’utilizzo di azioni proprie per operazioni straordinarie volte al posizionamento e al rafforzamento competitivo della società

 

L’Assemblea ordinaria degli Azionisti di algoWatt S.p.A., GreenTech Solutions Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, si è riunita in data odierna con la presidenza di Stefano Neri. L’Assemblea degli Azionisti ha esaminato e approvato, con delibera unanime, il progetto di bilancio e preso atto della presentazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2021.

 

RISULTATI DI ALGOWATT AL 31 DICEMBRE 2021

I ricavi sono pari a Euro 22 milioni (Euro 19,4 milioni al 31/12/2020; +13%). L’esercizio 2021 si è contraddistinto per il completamento del processo di redazione, approvazione ed entrata in efficacia del Piano di Risanamento e del relativo Accordo Finanziario con il ceto creditorio. Va evidenziato che, con il rafforzamento della governance e la revisione dell’impostazione strategica, è stata varata nell’ultimo periodo dell’esercizio una semplificazione della struttura aziendale, eliminando le tre business unit per aumentare l’efficienza e ottimizzare i costi, con nuovi segmenti aziendali (software factory, gestione centralizzata dei progetti, solution delivery e processi migliorati).

L’EBITDA si attesta a Euro 3,2 milioni con un incremento rispetto al precedente esercizio di circa il 75% (Euro 1,8 milioni al 31/12/2020), con Ebitda Margin pari al 14,68%.

Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è negativo per Euro -3,4 milioni, con un decremento di Euro 3,7 milioni rispetto il corrispondente dato dell’esercizio precedente (Euro 0,3 milioni al 31/12/2020).

Il Risultato ante imposte (EBT) si attesta a Euro 9,4 milioni (Euro -2,3 milioni al 31/12/2020.

Il Risultato netto pari a Euro 8,5 milioni, rispetto a Euro -3,5 milioni al 31/12/2020, in sensibile miglioramento rispetto all’esercizio precedente per gli effetti sopra descritti, accoglie anche la perdita di Euro 0,7 milioni delle attività destinate alla vendita o alla dismissione.

La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 14,2 milioni (Euro 66,9 milioni al 31/12/2020), con un indebitamento suddiviso in quota a breve per Euro 2 milioni e quota a lungo per Euro 12,2 milioni.

Il Patrimonio Netto è pari a 12 milioni circa (Euro -28,5 milioni al 31/12/2020), con un incremento rispetto all’esercizio precedente di Euro 40.589 mila dovuto in prevalenza agli effetti dell’accordo di ristrutturazione. Il Patrimonio Netto tiene conto anche delle azioni proprie detenute in portafoglio, che ammontano a n° 1.012.998 (2,15% del capitale sociale).

 

RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2021 DEL GRUPPO ALGOWATT

I ricavi netti si attestano a Euro 23 milioni (Euro 19,2 milioni al 31/12/2020). Il margine operativo lordo (EBITDA) è pari a Euro 3,3 milioni (Euro -0,8 milioni al 31/12/2020). Il risultato netto è pari per Euro 6,6 milioni (Euro -6 milioni al 31/12/2020).

 

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Filippo Calisti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE EX ART. 123-TER D. LGS. 58/98

L’Assemblea ha esaminato la Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti (la “Relazione sulla remunerazione”) redatta dal Consiglio di Amministrazione della Società ai sensi dell’art. 125-ter del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e degli artt. 72 e 84-ter del Regolamento Consob n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente modificato.

L’Assemblea ha deliberato all’unanimità in senso favorevole sulla prima sezione della Relazione sulla remunerazione e ha approvato la politica in materia di remunerazione dei componenti degli organi di amministrazione, del direttore generale e dei dirigenti con responsabilità strategiche della Società.

L’Assemblea ha altresì deliberato unanimemente in senso favorevole sulla seconda sezione della Relazione sulla remunerazione.

Con riferimento alla cessazione dalla carica di consigliere delegato della dott.ssa Laura Bizzarri per scadenza dei termini, si evidenzia che non sono stati stipulati accordi tra la Società e gli amministratori esecutivi che prevedano indennità nel caso di cessazione del rapporto. Il Consiglio ha, inoltre, valutato l’opportunità di non adottare piani per la successione degli Amministratori esecutivi, come riportato nell’apposito paragrafo della Relazione sul Governo societario e gli assetti proprietari per l’anno 2021.

 

RINNOVO DEGLI ORGANI SOCIALI

L’Assemblea degli Azionisti ha nominato all’unanimità i componenti del Consiglio di Amministrazione, che resterà in carica per gli esercizi 2022, 2023 e 2024, fino alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2024, il cui numero è stato confermato in 5 membri. I consiglieri, proposti nella lista presentata dall’azionista di maggioranza Italeaf S.p.A., e votati dall’Assemblea sono: Stefano Neri, il quale ha assunto la carica di Presidente; Paolo Piccini; Michele Costabile; Stefania Bertolini; Laura Neri. I signori Stefania Bertolini e Michele Costabile hanno dichiarato di essere in possesso dei requisiti di indipendenza previsti dalle disposizioni vigenti, incluso il Testo Unico della Finanza, e dal Codice di Autodisciplina.

L’Assemblea degli Azionisti ha altresì deliberato di determinare l’emolumento complessivo annuo imponibile del Consiglio di Amministrazione in massimi Euro 290 mila oltre oneri e contributi di legge, inclusivi di quelli in favore degli amministratori investiti di particolari cariche e dei membri dei comitati consiliari.

Nominati anche i 3 componenti del Collegio Sindacale e i 2 sindaci supplenti indicati dalla lista n. 1, che resteranno in carica per gli esercizi 2022, 2023 e 2024: Andrea Bellucci, il quale ha assunto la carica di presidente del Collegio sindacale; Simonetta Magni; Marco Chieruzzi. Sono stati eletti sindaci supplenti Caterina Brescia e Massimo Pannacci.

L’Assemblea degli azionisti ha deliberato all’unanimità a favore dei componenti del Collegio Sindacale, per tutta la durata del loro ufficio, un emolumento complessivo annuo lordo di Euro 70 mila oltre al rimborso delle spese sostenute in ragione dell’incarico.

I curricula vitae dei membri del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale sono disponibili sul sito internet della Società all’indirizzo www.algowatt.com (sezione Corporate Governance/Documenti societari).

 

AUTORIZZAZIONE ALL’UTILIZZO DI AZIONI PROPRIE

L’Assemblea degli azionisti ha infine deliberato a maggioranza di autorizzare il Consiglio di Amministrazione, ex art. 2357 ter del Codice Civile, all’utilizzo delle azioni proprie per operazioni straordinarie, anche al fine di migliorare l’operatività e il posizionamento competitivo della Società, nel caso in cui si concretizzino opportunità di investimento anche mediante scambio, concambio, permuta, conferimento, cessione o altro atto di disposizione di azioni proprie per l’acquisizione di partecipazioni o pacchetti azionari.

 

Il rendiconto sintetico delle votazioni e il verbale dell’Assemblea degli Azionisti saranno messi a disposizione del pubblico, entro i termini e nei modi di legge, presso la sede legale e sul sito internet della Società, all’indirizzo www.algowatt.com (sezioni Investor Relations e Corporate Governance/Assemblee, nonché sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info (www.1info.it).

13Apr 2022
  • Sarà sviluppato un motore di posizionamento ibrido 5G-GNSS per applicazioni mission-critical quali la guida autonoma di droni, auto, robot in contesti urbani complessi
  • Il progetto, di durata biennale, sarà coordinato da GReD e vedrà la partecipazione anche del Politecnico di Milano e la collaborazione di Vodafone

 

algoWatt, GreenTech Company quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, è subcontractor nel progetto HYPER-5G “Motore di posizionamento ibrido funzionante su 5G e GNSS”, finanziato con un grant di circa Euro 400 mila dall’Agenzia Spaziale Europea – ESA nell’ambito del programma ESA NAVISP Element 2. 

Il progetto punta a realizzare una soluzione che consenta la convergenza di sistemi di localizzazione basati sull’integrazione del sistema globale di navigazione satellitare con la rete 5G. Il posizionamento preciso subirà, infatti, una crescita esponenziale con l’avvento della guida autonoma delle auto, dei droni, dei robot e lo sviluppo tecnologico dei dispositivi intelligenti. La continua transizione outdoor-indoor e viceversa, così come la crescente necessità di un posizionamento preciso e affidabile in ambienti urbani densamente antropizzati ed edificati, devono essere basati su tecnologie di posizionamento ibride 5G-GNSS. In questo senso, il progetto HYPER-5G mira a studiare, progettare e sviluppare gli algoritmi e il software necessari per implementare un motore di posizionamento preciso per utilizzare congiuntamente osservazioni multi-costellazione GNSS e 5G, sfruttando anche tecniche GNSS PPP-RTK.    

I segnali 5G possono essere utilizzati per ricavare una localizzazione accurata dei dispositivi di ricezione. Mentre la maggior parte degli utenti oggi si affida al posizionamento GNSS, l’ibridazione di 5G e GNSS può fornire diversi vantaggi in termini di disponibilità, precisione in ambiente urbano e posizionamento outdoor-indoor senza soluzione di continuità. 

La partecipazione di algoWatt al progetto consentirà all’azienda di sviluppare ulteriormente le competenze tecniche su 5G e GNSS e di affinare le tecnologie già a disposizione nel portafoglio soluzioni per: monitoraggio di precisione geodetico e ambientale di infrastrutture critiche e rischi naturali (suite GeoGuard); applicazioni di Intelligent Transportation Systems (ITS) per la mobilità sostenibile (suite MyMaaS); servizi avanzati drone-based (es. Operation & Maintenance di impianti per energie rinnovabili, suite ER-PAM). 

Il progetto, di durata biennale, è coordinato da da GReD (Geomatics Research & Development),  e vedrà anche la partecipazione del Politecnico di Milano, nonché la collaborazione di Vodafone.