Skyrobotic @it

News form Skyrobotic

20Feb 2018
  • Stefano Neri assume la carica di Vice Presidente
  • Tra i principali esperti nazionali del settore aeronautico, l’ing. Grasso guiderà l’azienda nella configurazione di player del settore aeronautico e della sicurezza istituzionale

Skyrobotic, azienda leader nella produzione di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (droni) sotto i 25 chilogrammi interamente Made in Italy, parte del Gruppo Italeaf, comunica che il Consiglio di Amministrazione ha nominato in data odierna l’ing. Giancarlo Grasso quale nuovo Presidente della Società.

L’ing. Grasso prende il posto di Stefano Neri, presidente del Gruppo Italeaf e azionista di riferimento della società, che ha assunto la carica di Vice Presidente.

Ringraziando Giancarlo Grasso per aver accettato di assumere questa nuova, importante responsabilità, Stefano Neri ha così dichiarato:

Nata come una startup appena 4 anni fa, uscita dalla fase di early stage, Skyrobotic diviene oggi a tutti gli effetti un’azienda aeronautica destinata a condurre una nuova stagione di espansione e crescita nel promettente settore dei droni di alta gamma per la sicurezza istituzionale e gli utilizzi professionali più avanzati. Riteniamo necessario che a condurre questa nuova fase vi sia una professionalità, come quella di Giancarlo Grasso, che rappresenta una garanzia in termini di competenze tecniche, managerialità e conoscenza del settore di riferimento. Ribadiamo la volontà del Gruppo di aprire una stagione di alleanze e partnership industriali in grado di rispondere alla domanda istituzionale e privata di sistemi aerei a pilotaggio remoto con i più alti standard di sicurezza, prestazioni e affidabilità”.

——————NOTE BIOGRAFICHE DI GIANCARLO GRASSO————-

Giancarlo Grasso è tra i maggiori esperti italiani del settore aeronautica e aerospazio.

Nato a Taranto, si è laureato nel 1963 in ingegneria elettronica. Nel corso della sua carriera ha ricoperto vari incarichi nell’ambito delle aziende del gruppo Finmeccanica (oggi Leonardo), in particolare in quelle attive nel campo dell’elettronica per la difesa. Chief technology officer (CTO) di Finmeccanica negli anni del rilancio del gruppo, Giancarlo Grasso ha avuto un ruolo chiave nel coordinamento dei nuovi investimenti in ricerca e sviluppo, decisi da Finmeccanica per evitare le duplicazioni del passato. Nel 1997 è diventato capo della divisione avionica della allora Alenia. Presidente del cda di Alenia Marconi System (1999-2001), di Otomelara (2001-2005) e di Galileo Avionica (2001-2007), nel 2002 è passato in Finmeccanica, ricoprendo il ruolo di direttore centrale tecnico ed assumendo, nel 2007, la qualifica di senior advisor del presidente e amministratore delegato, Pier Francesco Guarguagliani. Dal 2005 al 2007 è stato amministratore delegato di Selex Sensors and Airborne Systems, mentre dal 2009 al 2011 è stato amministratore delegato di Selex Communications. Dal 2014 al 2016 è stato Presidente di Alenia Aermacchi.

————————————–CHI SIAMO—————————————

Skyrobotic S.p.A. è la società italiana di riferimento per il settore dei Sistemi a pilotaggio remoto (SAPR). Costituita nel dicembre 2013 e parte del gruppo Italeaf, è attiva nello sviluppo, produzione industriale e commercializzazione di droni civili e commerciali nelle classi mini e micro per il mercato professionale. Con un costante focus sull’innovazione, la società intende conseguire la leadership nei settori professionale e della sicurezza degli aeromobili a pilotaggio remoto, curando l’intera filiera industriale: dalla progettazione all’integrazione di sistema, fino alla produzione chiavi in mano di piattaforme robuste, pratiche ed efficaci per il lavoro aereo.

CS_Skyrobotic_GRASSO-ITA_20-02-2018

20Feb 2018
  • La certificazione consente a Skyrobotic l’uscita dalla fase di early-stage e l’apertura a partnership e alleanze industriali
  • Si apre per l’azienda l’opportunità di ingresso nel mercato della sicurezza istituzionale
  • Da ora gli operatori dei settori professionale, commerciale e della sicurezza potranno utilizzare i droni su aree urbane per operazioni specializzate
  • L’Ente Nazionale Aviazione Civile ha riconosciuto al costruttore italiano la certificazione di progetto ex art. 10.6 del Regolamento SAPR
  • Riconosciuti gli standard di sicurezza e affidabilità dei sistemi aeromobili interamente “Made in Italy”, già certificati EN9100 e 10.5 ENAC
  • Decisivi gli investimenti in ricerca e sviluppo condotti nello stabilimento di Nera Montoro (TR)

 

Skyrobotic, azienda leader nella produzione di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (droni) sotto i 25 chilogrammi interamente Made in Italy, parte del Gruppo Italeaf, comunica che la società ha ottenuto dall’Ente Nazionale Aviazione Civile (ENAC) la “certificazione di progetto ex art. 10.6 del regolamento SAPR” per il sistema SR-SF6c. La certificazione presuppone un sistema primario di comando e controllo il cui software sia conforme agli standard aeronautici di cui alla specifica EUROCAE ED-12 almeno al livello di affidabilità progettuale D.

“Con la certificazione 10.6 – spiega Stefano Neri, presidente di Skyrobotic e del Gruppo Italeaf – la società esce dalla fase di early stage, dopo aver superato quella di startup, e diviene un punto di riferimento nazionale per l’apertura di partnership e alleanze industriali finalizzate alla creazione di una filiera italiana del settore dei droni di alta gamma. Skyrobotic, infatti, ha deciso di presidiare un nascente mercato fortemente professionalizzato e che richiede i più alti standard e requisiti di affidabilità e sicurezza. Con questo riconoscimento ci qualifichiamo come l’operatore di produzione di riferimento per i settori “safety” (sicurezza degli ambienti e dei lavoratori, ispezioni industriali, ispezioni e rilievi di impianti di produzione industriale ed energetico) e “security” (sicurezza dei cittadini, in ambito urbano ed extraurbano per società specializzate e forze dell’ordine o di prevenzione)”.

I droni Skyrobotic avevano già ricevuto da ENAC la certificazione di progetto per la produzione in serie ex art. 10.5 del regolamento SAPR, che consentiva agli operatori di poter utilizzare i droni, previa autorizzazione all’Authority competente, in scenari urbani con limitazioni di sicurezza.

“Questo tipo di certificazione consentirà ai SAPR (droni) Skyrobotic il sorvolo delle aree urbane in condizioni VLOS (Visual line of sight) – afferma il vicepresidente Giancarlo Grasso -. Si tratta del massimo riconoscimento di sicurezza previsto dai regolamenti nazionali per i droni professionali, che consentirà agli operatori che sceglieranno i nostri sistemi di poter sorvolare anche aree urbane o aree congestionate in piena sicurezza e nel totale rispetto delle normative di settore. Grazie agli investimenti in ricerca e sviluppo effettuati nello stabilimento di Nera Montoro (TR), facciamo un vero e proprio salto di qualità, aprendo agli operatori italiani, pubblici e privati, la possibilità di utilizzare droni di peso inferiore ai 25 kg prodotti in serie anche per operazioni che prevedano il sorvolo di centri abitati, infrastrutture di comunicazione e logistica, insediamenti industriali, aree utilizzate per eventi e manifestazioni. Si aprono, dunque, nuovi scenari per il lavoro aereo con sistemi a pilotaggio remoto, riducendo gli adempimenti burocratici per gli operatori, aumentando le condizioni di sicurezza e le garanzie per chi si trova nell’area interessata dal sorvolo, implementando nuove soluzioni chiavi in mano”.

Con l’ottenimento della certificazione, Skyrobotic corona un percorso di successo nel perseguimento delle più importanti qualifiche di settore: dalla certificazione di standard aeronautico EN-9100 per lo stabilimento di Nera Montoro (TR), alla possibilità di emettere certificazioni di conformità di progetto ai sensi dell’art. 10.5 del regolamento ENAC, fino a questo ultimo riconoscimento, che segna un punto di svolta per l’intero settore italiano dei droni professionali.

Con il proprio bouquet di qualifiche, infatti, Skyrobotic si pone in testa al settore dei produttori nazionali, anticipa l’evoluzione normativa a livello europeo e rappresenta la risposta ideale per i primari operatori dei settore professionale, commerciale, della sicurezza fisica e della cybersecurity a livello internazionale.

La certificazione ex art. 10.6 del regolamento SAPR, infine, rappresenta la condizione indispensabile per la partecipazione a gare e bandi promossi dai principali apparati pubblici per l’ordine e la sicurezza.

————————————–IL SAPR CERTIFICATO—————————————

Il drone SR-SF6c è un sistema multiruolo che offre lo stato dell’arte delle prestazioni per molteplici applicazioni. Si tratta di un apparato multirotore interamente “Made in Italy” (esacottero – sei eliche e motori) con una massa al decollo (payload compreso) di circa 5,5 kg. L’apparato è in grado di assicurare una notevole durata del volo (circa 40’ di autonomia di volo) ed è capace di operare in un intervallo di temperatura compreso tra -15° e +50°C. Skyrobotic ha sviluppato tecnologie proprietarie e mantiene il completo dominio di progetto ingegnerizzato nelle parti aeronautiche, avioniche, hardware e software. La Stazione di Pilotaggio Remoto “LaGCS” gestisce la connessione con l’APR (drone). LaGCS, oltre a permettere tempi di pianificazione e decollo estremamente ridotti e a facilitare la gestione della carica, garantisce il rispetto delle ridondanze richieste dagli Enti Aeronautici dei diversi stati. La stazione di pilotaggio è stata progettata appositamente per potersi interfacciare ed integrare in una control room e in modo da permettere a chi si trova nella sala di controllo di avere real time sia i dati di telemetria, che le riprese video che si stanno effettuando.

Skyrobotic è in grado di completare i bundle con il proprio apparato con un Payload ISR (Intelligence Surveillance Reconnaissance) Long Range, sviluppato per permettere lo streaming live di video sia visibile che termico, in combinazione con la Stazione di Pilotaggio Remoto LaGCS, che consente la visualizzazione contemporanea delle video riprese. La trasmissione dati digitale è criptata. La portata del video Link è oltre 3000 m @ LOS (line of sight). Il drone è totalmente compatibile anche con payload di terze parti, in un’ottica di integrazione di sistema.

————————————–CHI SIAMO—————————————

Skyrobotic S.p.A. è la società italiana di riferimento per il settore dei Sistemi a pilotaggio remoto (SAPR). Costituita nel dicembre 2013 e parte del gruppo Italeaf, è attiva nello sviluppo, produzione industriale e commercializzazione di droni civili e commerciali nelle classi mini e micro per il mercato professionale. Con un costante focus sull’innovazione, la società intende conseguire la leadership nei settori professionale e della sicurezza degli aeromobili a pilotaggio remoto, curando l’intera filiera industriale: dalla progettazione all’integrazione di sistema, fino alla produzione chiavi in mano di piattaforme robuste, pratiche ed efficaci per il lavoro aereo.

Comunicato-stampa_SKY-ENAC_20-02-2018

20Mar 2017

 

Skyrobotic, azienda leader nella produzione di droni sotto i 25 chilogrammi interamente Made in Italy, parte del Gruppo Italeaf, comunica di aver ottenuto il certificato di progetto da ENAC (Ente nazionale aviazione civile) per il sistema aereo a pilotaggio remoto SR-SF6. Con l’ottenimento di questa certificazione, Skyrobotic potrà produrre in serie i SAPR SR-SF6 abilitati a svolgere operazioni specializzate critiche,  in linea con quanto indicato nell’articolo 10 comma 5 del regolamento “Mezzi aerei a pilotaggio remoto”.

La cerficazione di progetto introdotta da Enac nel regolamento ”Mezzi aerei a pilotaggio remoto” raggruppa, in modo semplificato, i concetti che nel mondo aeronautico tradizionale sono noti come DOA (Design Organization Approval), POA (Production Organization Approval) e Type Certificate.

Skyrobotic è la prima società indipendente ad aver ottenuto la certificazione aeronautica EN 9100 e quella di progetto per la linea dei suoi droni destinati ad una clientela B2B per applicazioni professionali ad alto contenuto tecnologico. Si tratta di una ulteriore conferma per l’azienda e per i propri sistemi aeromobili, che permetterà a Skyrobotic di interfacciarsi con le realtà più esigenti in termini di qualità e safety.

 

Skyrobotic S.p.A. è la società italiana di riferimento per il settore dei Sistemi a pilotaggio remoto (SAPR). Costituita nel dicembre 2013 e parte del gruppo Italeaf, è attiva nello sviluppo, produzione industriale e commercializzazione di droni civili e commerciali nelle classi mini e micro per il mercato professionale. Con un costante focus sull’innovazione, la società intende conseguire la leadership del settore professionale degli aeromobili a pilotaggio remoto, curando l’intera filiera industriale: dalla progettazione all’integrazione di sistema, fino alla produzione chiavi in mano di piattaforme robuste, pratiche ed efficaci per il settore del lavoro aereo. Skyrobotic unisce il track record, l’esperienza operativa e la capacità finanziaria di Italeaf, gruppo leader nei settori del cleantech e dell’industria innovativa, quotato sul sistema multilaterale di negoziazione NASDAQ First North della Borsa di Stoccolma con il know how e l’esperienza nel settore di Siralab Robotics, società ad alto contenuto tecnologico.

comunicato-stampa_te-sky-2017-03-20

12Lug 2016
  • Grazie alla nuova consolle di ultima generazione possibile il controllo di flotte di droni e il collegamento a control room centralizzate
  • Cresce l’offerta Skyrobotic per i settori security, safety, survey e inspection

 

Skyrobotic, azienda leader nella produzione di droni sotto i 25 chilogrammi interamente Made in Italy, parte del Gruppo Italeaf, ha presentato al Farnborough International Air Show (UK) la nuova Ground Control Station in bundle con il sistema aeromobile a pilotaggio remoto SF6.

In particolare, si tratta di una console di ultima generazione che integra, oltre alle cloche di pilotaggio, due monitor touch ad alta luminosità dai quali è possibile controllare sia il sistema aereo sia il payload per la raccolta di dati. La nuova “GCS” è in grado di controllare più droni in volo ed è stata progettata anche per poter essere collegata ad una Control Room, in modo da consentire il controllo dei velivoli e dei sensori da remoto.

Molte le caratteristiche di sicurezza, dalla ridondanza di alimentazioni e frequenze radio all’utilizzo di protocolli di comunicazione criptati. La nuova GCS consente al pilota di avere il controllo di tutto il sistema in modo semplice e funzionale ma anche di poter scegliere se trasferire il controllo delle videocamere ad un altro operatore.

Il team di Skyrobotic sarà presente al Farnborough International Air Show fino al 17 luglio all’interno dello spazio del Polo Aerospaziale dell’Umbria, Umbria Aerospace, costituitosi nel 2008 per iniziativa di Confindustria Umbria, nella Hall 4 stand C120. Nei giorni dell’evento sono previste visite di importanti clienti internazionali e delle autorità civili e militari italiane).

  

Skyrobotic S.p.A. è la società italiana di riferimento per il settore dei Sistemi a pilotaggio remoto (SAPR). Costituita nel dicembre 2013 e parte del gruppo Italeaf, è attiva nello sviluppo, produzione industriale e commercializzazione di droni civili e commerciali nelle classi mini e micro per il mercato professionale. Con un costante focus sull’innovazione, la società intende conseguire la leadership del settore professionale degli aeromobili a pilotaggio remoto, curando l’intera filiera industriale: dalla progettazione all’integrazione di sistema, fino alla produzione chiavi in mano di piattaforme robuste, pratiche ed efficaci per il settore del lavoro aereo. Skyrobotic unisce il track record, l’esperienza operativa e la capacità finanziaria di Italeaf, gruppo leader nei settori del cleantech e dell’industria innovativa, quotato sul sistema multilaterale di negoziazione NASDAQ First North della Borsa di Stoccolma con il know how e l’esperienza nel settore di Siralab Robotics, società ad alto contenuto tecnologico.

Comunicato-Stampa_TE-SKY-2016-07-12

04Mar 2016
  • Il nuovo capitale sociale di Skyrobotic sarà pari a Euro 2,75 milioni.
  • CDA composto da Stefano Neri (Presidente e Amministratore Delegato), Spartaco Franconi (Vice Presidente e Consigliere Esecutivo) e Roberto Cecchin (Consigliere di Amministrazione)

 

L’Assemblea straordinaria degli azionisti di Skyrobotic, società attiva nello sviluppo, progettazione, produzione e commercializzazione di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR) nelle classi mini e micro per usi civili e commerciali, parte del gruppo Italeaf, ha deliberato all’unanimità un aumento di capitale scindibile da offrire in opzione ai soci di Euro 0,25 milioni, mediante emissione a pagamento di n. 500.000 di azioni senza valore nominale da sottoscrivere entro il 3 Maggio 2016, per programmare la crescita delle attività produttive di Skyrobotic.

Al termine dell’operazione di aumento di capitale, Skyrobotic avrà un capitale sociale di Euro 2,75 milioni interamente sottoscritto e versato.

In sede ordinaria, l’Assemblea ha nominato il Consiglio di Amministrazione, che è formato da Stefano Neri (Presidente e Amministratore Delegato), Spartaco Franconi (Vice Presidente e Consigliere Esecutivo) e Roberto Cecchin (Consigliere di Amministrazione).

Comunicato-Stampa_SKY-2016-03-04

11Dic 2015

ITALEAF: Skyrobotic annuncia di avere ottenuto le certificazioni EN9100:2009 e ISO9001:2008 per lo stabilimento italiano

  • Skyrobotic, azienda leader nella produzione di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (droni), continua a rafforzare il suo impegno nel settore aerospaziale

Skyrobotic, società attiva nello sviluppo, progettazione, produzione e commercializzazione di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR) nelle classi mini e micro per usi civili e commerciali, parte del gruppo Italeaf, ha conseguito la certificazione EN9100:2009 (equivalente in termini tecnici di AS 9100C e JISQ 9100:2009) per lo stabilimento di Nera Montoro, Italia, nel campo della “progettazione, produzione e assistenza post vendita di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto.

Si tratta del risultato di un investimento biennale nei processi di preparazione e auditing svolto dall’azienda, che qualifica Skyrobotic come la prima società indipendente nella produzione di droni sotto i 25 kg in Italia a qualificarsi secondo i rigidi criteri della norma europea che descrive un sistema di garanzia di qualità per il settore aeronautico. Le sue equivalenti sono la AS 9100 in America e la JISQ 9100 in Asia.

La EN ISO 9100 è specifica per l’industria aereonautica e spaziale e comprende pienamente la ISO 9001:2008 (certificazione ottenuta contestualmente da Skyrobotic), di cui però ha il 30% in più dei requisiti e misure aggiuntive che comprendono sistemi documentati di controllo dei processi impiegati per sviluppare, fabbricare e commercializzare i prodotti, ed è applicabile ai costruttori di aeromobili e sempre più spesso anche ai loro fornitori.

“Si tratta di un risultato di grande rilievo – afferma il presidente di Skyrobotic, Stefano Neri – che segna un importante ulteriore spartiacque per la qualificazione industriale di Skyrobotic rispetto a un mercato continentale che sta affrontando il tema della regolamentazione e delle limitazioni per gli utilizzi professionali dei sistemi aeromobili a pilotaggio remoto. La scelta strategica e industriale di qualificare il nostro già eccellente sistema di controllo della qualità a un livello di classe internazionale, crediamo che contribuisca a rafforzare l’ecosistema italiano ed europeo dio settore, contribuendo ad allargare la possibilità di applicare la tecnologia dei droni a sempre maggiori ambiti industriali, professionali, commerciali e di servizio”.

“La certificazione EN9100:2009 alle nostre operazioni industriali nello stabilimento di Narni, ottenuta con l’organismo di certificazione indipendente ed accreditato Dekra, dimostra il nostro impegno continuo a essere un fornitore di classe internazionale nel settore aerospaziale. Siamo molto fieri di tutti i nostri dipendenti che hanno lavorato alacremente per raggiungere questo risultato – dichiara Federico Zacaglioni, Amministratore delegato di Skyrobotic – La fase di conseguimento di questa attestazione ci ha richiesto di qualificare ogni processo che impieghiamo per sviluppare e fabbricare i nostri sistemi aeromobili a pilotaggio remoto, nonché per offrire ai clienti l’assistenza necessaria. Skyrobotic è una società che persegue continuamente miglioramenti misurabili. I nostri clienti nel settore del lavoro aereo richiedono un livello qualitativo dei prodotti molto alto e abbiamo la responsabilità di rispondere efficacemente alle loro esigenze. L’impegno del Gruppo è quello di superarne continuamente le aspettative con le consegne e standard di qualità sempre più elevati”.

16Ott 2015
  • eSurv, il software intelligente, 100% italiano, Cloud Ready e Web Based, e Skyrobotic, azienda leader nella produzione di droni, annunciano una partnership strategica per lo sviluppo di soluzioni professionali ed integrate per la sicurezza fisica, destinate a supportare le attività delle forze dell’ordine e della protezione civile.
  • A meno di un mese dalla prossima edizione di Fiera Sicurezza eSurv si prepara a stupire e dopo aver annunciato i nomi dei partner ospiti nel suo stand, D-Link, TB Italia e PEI System, conferma anche la collaborazione con Skyrobotic che porterà in fiera nello stand di eSurv i suoi droni di ultima generazione.

 

eSurv e Skyrobotic hanno siglato una partnership per lo sviluppo di soluzioni avanzate ed integrate di videosorveglianza e sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR). A sugello di questo accordo, Skyrobotic sarà presente all’interno dello stand di eSurv a Sicurezza 2015, la fiera che si svolge dal 3 al 5 novembre a Milano e coinvolge tutti i professionisti del settore Security.

Già oggi, l’utilizzo di eSurv coi droni tecnologicamente avanzati di Skyrobotic è estremamente versatile e testato in numerosi campi d’azione. Ad esempio permette alle forze di polizia di rispondere in maniera immediata a potenziali rischi per l’incolumità delle persone, nelle quotidiane attività di sicurezza ma soprattutto in situazioni più a rischio come manifestazioni o vasti incendi. Grazie ai suoi potenti Smart Plug-in di analisi video può rilevare anomalie in svariati contesti per garantire la sicurezza delle frontiere, durante le operazioni di ricerca e soccorso di dispersi (integrando l’utilizzo di telecamere termiche), per la sorveglianza e il pattugliamento marittimi, la prevenzione degli incendi e così via.

L’obiettivo primario per il futuro è sviluppare delle soluzioni avanzate per determinati scenari di applicazioni fra cui il cosiddetto “law enforcement” e la sicurezza cittadina, rimanendo in linea con gli standard di affidabilità, sicurezza e certificazioni necessarie che l’Enac (ente nazionale per l’aviazione civile) richiede. In particolar modo, a Fiera Sicurezza Skyrobotic ed eSurv presenteranno una soluzione congiunta basata sul set “Hunter” che introduce un nuovo standard nel situation awareness per la pubblica sicurezza, law enforcement, gestione delle emergenze e degli eventi catastrofici, homeland security.

eSurv è l’unico software di videosorveglianza fruibile anche in cloud che possa definirsi una piattaforma completa, aperta e integrata, in grado di gestire ed effettuare video analisi persino sui flussi video provenienti dai droni oltre che dalle telecamere.

Skyrobotic è una società per azioni che produce APR professionali Made in Italy, occupandosi dell’intera catena di produzione dalla progettazione alla vendita. Nella progettazione vengono curati tutti gli aspetti di sviluppo tecnologico e industriale degli APR (aerodinamica, avionica, autopilota, funzioni di navigazione e meccanismi di gestione automatica delle missioni). La tecnologia Skyrobotic può essere usata anche con camere ottiche, termiche, multispettrali e micro Lidar.La stazione di terra fornita da SkyRobotic (Gcs) è compatibile sia con ricevitori base Gps/Gnss (Global positioning system/Global navigation satellite system), che con l’implementazione RTK consente di ricevere ed elaborare segnali delle delle costellazioni Gps (L1, C\A; L2 PY); del sistema russo Glonass e della nascente costellazione europea Galileo in modalità E1, per un totale di 226 canali discriminati e utili al calcolo.

 

Skyrobotic S.p.A. è la società italiana di riferimento per il settore dei Sistemi a pilotaggio remoto (SAPR). Costituita nel dicembre 2013 e parte del gruppo Italeaf, è attiva nello sviluppo, produzione industriale e commercializzazione di droni civili e commerciali nelle classi mini e micro per il mercato professionale. Con un costante focus sull’innovazione, la società intende conseguire la leadership del settore professionale degli aeromobili a pilotaggio remoto, curando l’intera filiera industriale: dalla progettazione all’integrazione di sistema, fino alla produzione chiavi in mano di piattaforme robuste, pratiche ed efficaci per il settore del lavoro aereo. Skyrobotic unisce il track record, l’esperienza operativa e la capacità finanziaria di Italeaf, gruppo leader nei settori del cleantech e dell’industria innovativa, quotato sul sistema multilaterale di negoziazione NASDAQ First North della Borsa di Stoccolma con il know how e l’esperienza nel settore di Siralab Robotics, società ad alto contenuto tecnologico.

 

eSurv è un’azienda 100% italiana con quattro sedi, Catanzaro, Milano, Roma e Toronto (Canada). La mission aziendale è dare forma all’“Innovazione Differente”, un concetto che pone al centro il cambiamento, ma ci permette di distinguerci per la grande attenzione ai dettagli e alla qualità, che fanno sempre la differenza. Il software di videosorveglianza, eSurv, che dà il nome al gruppo, arriva dove gli altri si fermano. Come vendor, insieme ad una ricca rete di partner e distributori eSurv porta avanti i valori in cui crede: eccellenza, passione, innovazione e continua ricerca. eSurv è un software per la videosorveglianza 100% Made in Italy. E’ il solo sul mercato che integra gestione video (VMS) e video analytics (grazie ai suoi Smart Plug-in) in una sola piattaforma e indipendentemente dalle telecamere utilizzate. Può essere utilizzato su una qualunque infrastruttura cloud ed è web based, fruibile tramite un semplice browser web. Nessun altro software sul mercato offre tutto questo!

 

Comunicato-Stampa_SKY_2015-10-16

16Feb 2015

•            Il nuovo capitale sociale di Skyrobotic è pari a Euro 2,5 milioni

•            Entrano nuovi azionisti (10%) accanto ai founders Italeaf (66%) e Siralab Robotics (24%)

Italeaf S.p.A. comunica che si è concluso con successo l’aumento di capitale scindibile di Skyrobotic S.p.A. da offrire in opzione ai soci di Euro 0,5 milioni, mediante emissione a pagamento di n. 1.000.000 di azioni senza valore nominale.

Al termine dell’operazione di aumento di capitale, Skyrobotic, società attiva nello sviluppo, progettazione, produzione in serie e commercializzazione di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR) nelle classi mini e micro per usi civili e commerciali, parte del gruppo Italeaf, ha un capitale sociale di Euro 2,5 milioni interamente sottoscritto e versato.

L’operazione di aumento di capitale metterà la società nelle migliori condizioni per programmare la crescita delle attività produttive e affrontare il percorso di certificazione come operatore di produzione aeronautica presso gli enti preposti.

Alla chiusura dell’aumento di capitale, la compagine azionaria della società risulta così composta: Italeaf S.p.A. 66%, Siralab Robotics S.r.l. 24%, altri azionisti 10%.

  

Skyrobotic è la società italiana di riferimento per il settore dei Sistemi a pilotaggio remoto (SAPR). Costituita nel dicembre 2013 e parte del gruppo Italeaf, è attiva nello sviluppo, produzione industriale e commercializzazione di droni civili e commerciali nelle classi mini e micro per il mercato professionale. Con un costante focus sull’innovazione, la società intende conseguire la leadership del settore professionale degli aeromobili a pilotaggio remoto, curando l’intera filiera industriale: dalla progettazione all’integrazione di sistema, fino alla produzione chiavi in mano di piattaforme robuste, pratiche ed efficaci per il settore del telerilevamento di prossimità. Skyrobotic unisce il know how e l’esperienza decennale nel settore di Siralab Robotics, società ad alto contenuto tecnologico, e il track record, l’esperienza operativa e la capacità finanziaria di Italeaf, gruppo leader nei settori del cleantech e dell’industria innovativa, quotato sul sistema multilaterale di negoziazione NASDAQ First North della Borsa di Stoccolma.

  • 1
  • 2