Italeaf

Italeaf Group News

07Lug 2020
  • Cessione del ramo d’azienda della SPV Newcoenergy Srl relativo all’impianto, comprendente lavori di installazione, immobile e autorizzazioni alla società veicolo Calimera Bio Srl, costituita da Buttol Srl e Anaergia Srl
  • Corrispettivo dell’operazione pari a Euro 2,8 milioni

 Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, annuncia che la subsidiary algoWatt, greentech solutions company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, ha sottoscritto il contratto per la cessione del ramo d’azienda relativo all’impianto di biodigestione e produzione di biometano di Calimera (LE) di proprietà della SPV NewcoEnergy Srl.

Il ramo d‘azienda, comprendente i lavori di realizzazione in corso di ultimazione dello stesso biodigestore, dei terreni oggetto dell’intervento e delle relative autorizzazioni edilizie ed ambientali, è stato acquisito da Calimera Bio Srl, società veicolo appositamente costituita da Anaergia Srl e Buttol Srl, operativa nel settore dei servizi ambientali di elevata qualità attraverso un percorso di sviluppo sostenibile. Il corrispettivo dell’operazione è pari a circa Euro 2,8 milioni, interamente versati per cassa, che rappresenta anche l’incasso di algoWatt.

19Giu 2020
  • Il nuovo asset ambientale è attivo in Umbria, nel parco eco-industriale di Nera Montoro (TR) ed è autorizzato al trattamento di 438.000 mc/anno di acque di falda e 58.000 ton/anno di rifiuti liquidi
  • Impianto di proprietà della JV Purify Srl tra algoWatt e ATP Project & Constructions, Investimento totale pari a circa Euro 9 milioni

 

Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, comunica che la subsidiary algoWatt, GreenTech Solutions Company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, ha messo in esercizio la piattaforma Purify Srl, JV tra la stessa algoWatt e ATP Project and Constructions Srl, titolare di impianti di depurazione di rifiuti fluidi industriali e bonifica di acque di falda in località Nera Montoro (TR) in Umbria.

La messa in esercizio della piattaforma impiantistica, che ha comportato un investimento complessivo pari a circa Euro 9 milioni, conferma l’obiettivo di algoWatt volto a valorizzare le attività di gestione industriale degli impianti di recupero di risorse marginali, anche attraverso il consolidamento delle partnership con primari investitori italiani e internazionali del settore green e circular economy, come previso dal Piano di risanamento e rilancio del Gruppo.

Il presidente e amministratore delegato di algoWatt, Stefano Neri, ha dichiarato:

Completiamo un intervento messo in cantiere prima della fusione tra TerniEnergia e Softeco, che ha originato algoWatt, in linea con gli obiettivi industriali che ci eravamo prefissi. L’entrata in esercizio dell’impianto completa la dotazione impiantistica della green industry di Nera Montoro, in Umbria, che rappresenta una piattaforma integrata (rifiuti liquidi, biodigestione e compostaggio di FORSU, trattamento pneumatici fuori uso) dal valore non solo economico-finanziario ma anche strategico. Si tratta, infatti, di un’area vocata all’industria ambientale, baricentrica rispetto al mercato italiano del recupero delle risorse e connotata da un forte appeal per player specializzati nella green e circular economy”.

L’amministratore di ATP Srl, ing. Pierluigi Ruopoli, ha affermato:

La partecipazione alla costruzione e alla successiva fase di gestione di un impianto complesso ed articolato come quello di Nera Montoro, rappresenta un’importante opportunità, soprattutto nell’ambito della valorizzazione ed affinamento delle nostre competenze. La collaborazione con algoWatt ci consentirà di introdurre innovazioni tecnologiche digitali molto rilevanti nella gestione degli impianti e di proporre al mercato del trattamento dei rifiuti liquidi una piattaforma focalizzata su sostenibilità ambientale ed efficienza operativa”.  

L’impianto Purify

La nuova piattaforma impiantistica, autorizzata dalla Regione Umbria, integra due diverse linee di trattamento:

  • Bonifica acque di falda (TAF). Purify gestisce, il trattamento acque di falda, in adeguamento alle prescrizioni regionali del progetto di bonifica del sito di Nera Montoro, in provincia di Terni, per una capacità complessiva di 438.000 mc/anno. Il revamping ha interessato gli impianti chimico-fisico e biologico, un complesso sistema formato da 48 pozzi per l’emungimento dell’acqua sottoposta a trattamento e un sistema di monitoraggio composto da 95 piezometri posti a controllo della falda del sito industriale di Nera Montoro, per un trattamento complessivo pari a 50m3/h.
  • Trattamento rifiuti liquidi industriali (TRL). È la nuova sezione dedicata al trattamento dei rifiuti liquidi con una capacità di 58.000 t/anno che prevede due linee di processo: (a) il trattamento biologico a fanghi attivi per la rimozione di nitriti, nitrati e azoto ammoniacale; e (b) il trattamento chimico fisico per flottazione e o evaporazione, con due evaporatori sotto vuoto a tre stadi (2.500 litri/ora cadauno) per la depurazione delle acque a più alta concentrazione di inquinanti.

Il contesto competitivo

La piattaforma impiantistica Purify opera in un ambito territoriale ad elevata domanda di trattamento di rifiuti liquidi industriali. Rivolgendosi ad un contesto sovraregionale, può fornire la risposta ideale per quelle imprese che mettono al centro della propria attività la valorizzazione e il corretto trattamento delle risorse ambientali. Per quanto riguarda la sola Umbria – regione nella quale non esiste alcun impianto di trattamento simile – da una analisi dei MUD delle aziende, risulta che la domanda di trattamento di rifiuti liquidi supera del doppio la capacità autorizzata a Purify. Gli impianti attivi nelle regioni limitrofe di Lazio, Toscana, Marche e Abruzzo non sono dotati di tutte le linee di processo della piattaforma Purify. Il bacino di conferimento, anche in considerazione della vicinanza del casello autostradale, può estendersi fino ad una distanza di 300-400 Km, specialmente verso sud, colmando un consistente gap impiantistico in questo settore dell’Italia centro-meridionale. 

Il revamping dell’impianto TAF, invece, consente l’adeguamento normativo della bonifica delle acque di falda, contribuendo in maniera significativa alla messa in sicurezza di un polo storico dell’industria del Centro Italia, precedentemente di proprietà del Gruppo Eni.

Inaugurazione con web conference

L’impianto sarà inaugurato, in data odierna, con la web conference in programma alle ore 11 dal titolo: “Economia Circolare e Bonifiche: un’opportunità di crescita nel contesto del Green New Deal”, con la partecipazione, tra gli altri, del sottosegretario all’ambiente On. Roberto Morassut. Per partecipare: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_Zzw5W_eYR6qE-4axWd9qQQ

16Giu 2020

Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, comunica che la subsidiary algoWatt, GreenTech Solutions Company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, ha sottoscritto il contratto per lo sviluppo di una soluzione per la  gestione del servizio di trasporto flessibile a richiesta Tele-Bus operato da Miejskie Przedsiębiorstwo Komunikacyjne Spółka Akcyjna (MPK S.A.), operatore di trasporto pubblico con sede in Cracovia. algoWatt si è aggiudicata il contratto nell’ambito di una gara Europea e del relativo processo di selezione che ha coinvolto diversi altri provider multinazionali.

Il contratto prevede lo sviluppo della piattaforma per la gestione del servizio di trasporto pubblico a chiamata, che include l’applicativo per la pianificazione, ottimizzazione ed esecuzione del servizio da parte dell’operatore, la app dedicata al conducente per la gestione delle corse e quella per la prenotazione del servizio da parte dei singoli utenti. La soluzione che verrà fornita a MPK si basa sulla piattaforma PersonalBus, sviluppata nel corso degli anni da algoWatt, utilizzata con successo da molteplici operatori in Italia e recentemente rinnovata con le più recenti tecnologie.

Il contratto ha una durata di 30 mesi di cui 6 mesi per lo sviluppo e 24 mesi di manutenzione operativa per cui algoWatt si avvarrà di operatori locali.

MPK è uno dei maggiori operatori di trasporto pubblico della Polonia e la selezione della soluzione implementata da algoWatt dimostra ancora una volta la leadership dell’azienda nel settore della mobilità flessibile, costituendo una solida referenza per un possibile sviluppo del mercato estero.

10Giu 2020

Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, comunica che la subsidiary algoWatt, GreenTech Solutions Company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, in data 19 giugno con inizio alle ore 11.00, presenterà alla comunità finanziaria e industriale italiana con una web conference nazionale il nuovo impianto di depurazione delle acque di falda di Nera Montoro (TR) e di trattamento dei rifiuti liquidi industriali di proprietà di Purify Srl, Joint venture paritetica tra la stessa algoWatt e ATP Projects & Constructions Srl.

Sarà possibile partecipare alla web conference gratuita iscrivendosi al seguente URL: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_Zzw5W_eYR6qE-4axWd9qQQ

L’evento, incentrato sui temi Bonifica e della rigenerazione industriale nella cornice del Green New Deal e delle priorità legate alla circular economy e alla digitalizzazione contenute nei programmi del Recovery fund UE, vedrà la partecipazione del sottosegretario al Ministero dell’ambiente, on. Roberto Morassut, e del sub-commissario straordinario alla bonifica delle acque del Ministero dell’ambiente, Stefano Vaccari.

05Giu 2020

Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, comunica che la controllata algoWatt, greentech solutions company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, ha acquisito due commesse da primario operatore nel settore ferroviario internazionale. Si tratta, in particolare, dello sviluppo di due sistemi SCADA (sistemi di controllo di supervisione e acquisizione dati) di diagnostica e manutenzione su piattaforme di mercato, in un settore, quello ferroviario appunto, fortemente energivoro. Il valore complessivo delle due commesse è pari a Euro 0,7 milioni.

algoWatt, nell’ambito delle attività previste, dovrà sviluppare funzionalità specifiche e interfacce dedicate utilizzabili dal gestore della rete ferroviaria con evidenti vantaggi economici. La tecnologia sarà applicabile sinergicamente tanto sulla rete tradizionale, quanto sulla rete ad alta velocità nella messa in servizio e nella manutenzione.

29Mag 2020

Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, comunica che il Consiglio di Amministrazione riunitosi in data odierna ha deliberato di rinviare a una data da determinare in una successiva riunione l’approvazione del progetto di bilancio di esercizio e del bilancio consolidato relativi al 2019.

La decisione è stata assunta in ragione:

  1. della deliberazione assunta in data 21 aprile 2020 dal Consiglio di Amministrazione della controllata algoWatt S.p.A. (già TerniEnergia), principale asset della holding, di rinviare l’approvazione del proprio progetto di bilancio di esercizio e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2019 a data da determinare con successiva riunione del CDA;
  2. di acquisire un quadro informativo completo alla luce degli eventi successivi alla chiusura dell’esercizio 2019 e, in particolare, dell’evoluzione dell’emergenza epidemiologica in corso, tenendo anche conto della raccomandazione dell’ESMA dell’11 marzo 2020 relativa all’informativa al mercato sugli impatti del COVID-19 da parte degli emittenti quotati, e dei recenti provvedimenti governativi di sostegno alle imprese. Nello specifico, il CDA intende verificare gli impatti dell’emergenza COVID-19 sul processo di aggiornamento e finalizzazione del Piano di Risanamento e Rilancio già annunciato e sul relativo Accordo Finanziario.
21Apr 2020

Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, comunica che il CDA della controllata algoWatt, greentech solutions company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, riunitosi in data odierna ha deliberato di rinviare a una data da determinare in una successiva riunione del CDA l’approvazione del progetto di bilancio di esercizio e del bilancio consolidato relativi al 2019.

La decisione è stata assunta per acquisire un quadro informativo completo alla luce degli eventi successivi alla chiusura dell’esercizio 2019 e, in particolare, dell’evoluzione dell’emergenza epidemiologica in corso, tenendo anche conto della raccomandazione dell’ESMA dell’11 marzo 2020 relativa all’informativa al mercato sugli impatti del COVID-19 da parte degli emittenti quotati, dei recenti provvedimenti governativi di sostegno alle imprese e del Richiamo di Attenzione n. 6/20 emesso da Consob lo scorso 9 aprile 2020,  anche afferente  l’attuabilità della pianificazione industriale e l’impatto sugli impairment test.

 

 

algoWatt (ALW), greentech solutions company, progetta, sviluppa e integra soluzioni per la gestione dell’energia e delle risorse naturali, in modo sostenibile e socialmente responsabile. La Società fornisce sistemi di gestione e controllo che integrano dispositivi, reti, software e servizi con una chiara focalizzazione settoriale: digital energy e utilities, smart cities & enterprises e green mobility. algoWatt è nata dalla fusione di TerniEnergia, azienda leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’industria ambientale, e di Softeco, un provider di soluzioni ICT con oltre 40 anni di esperienza per i clienti che operano nei settori dell’energia, dell’industria e dei trasporti. La società, con oltre 200 dipendenti dislocati in 7 sedi in Italia e investimenti in ricerca e innovazione per oltre il 12% del fatturato, opera con un’efficiente organizzazione aziendale, focalizzata sui mercati di riferimento: Green Energy Utility: energie rinnovabili, energia digitale, reti intelligenti; Green Enterprise&City: IoT, analisi dei dati, efficienza energetica, automazione degli edifici e dei processi; Green Mobility: elettrica, in sharing e on demand. Mercati diversi, un unico focus: la sostenibilità. algoWatt è quotata sul Mercato Telematico Azionario (MTA) di Borsa Italiana S.p.A..

 

31Mar 2020

Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, comunica che la controllata algoWatt, greentech solutions company quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, facendo seguito al comunicato stampa diffuso in data 6 gennaio 2020, al quale si fa riferimento, ha esercitato la facoltà di prorogare di ulteriori 60 giorni, la data ultima per il closing della cessione del 100% delle quote della società NewcoEnergy Srl a Buttol Srl, operativa nel settore dei servizi ambientali di elevata qualità attraverso un percorso di sviluppo sostenibile.

La SPV NewcoEnergy Srl è proprietaria dell’impianto di biodigestione e produzione di biometano in costruzione di Calimera (LE), dei terreni oggetto dell’intervento e delle relative autorizzazioni edilizie ed ambientali.

La proroga, secondo quanto previsto dal contratto preliminare, è stata decisa per il mancato avveramento della condizione sospensiva di positiva conclusione degli adempimenti per l’inserimento della transazione nel Piano di Risanamento e Rilancio di algoWatt.

 

algoWatt (ALW), greentech solutions company, progetta, sviluppa e integra soluzioni per la gestione dell’energia e delle risorse naturali, in modo sostenibile e socialmente responsabile. La Società fornisce sistemi di gestione e controllo che integrano dispositivi, reti, software e servizi con una chiara focalizzazione settoriale: digital energy e utilities, smart cities & enterprises e green mobility. algoWatt è nata dalla fusione di TerniEnergia, azienda leader nel settore delle energie rinnovabili e dell’industria ambientale, e di Softeco, un provider di soluzioni ICT con oltre 40 anni di esperienza per i clienti che operano nei settori dell’energia, dell’industria e dei trasporti. La società, con oltre 200 dipendenti dislocati in 7 sedi in Italia e investimenti in ricerca e innovazione per oltre il 12% del fatturato, opera con un’efficiente organizzazione aziendale, focalizzata sui mercati di riferimento: Green Energy Utility: energie rinnovabili, energia digitale, reti intelligenti; Green Enterprise&City: IoT, analisi dei dati, efficienza energetica, automazione degli edifici e dei processi; Green Mobility: elettrica, in sharing e on demand. Mercati diversi, un unico focus: la sostenibilità. algoWatt è quotata sul Mercato Telematico Azionario (MTA) di Borsa Italiana S.p.A..

 

25Mar 2020

NAV pari a Euro 6,2 milioni. Ebitda pari a Euro 147 mila. Risultato netto pari a Euro – 316 mila.

  • I ricavi ammontano a Euro 1,1 milioni (Euro 11,8 milioni nel bilancio consolidato)
  • L’EBITDA pari a Euro 147 mila (Euro 0,2 milioni nel bilancio consolidato)
  • L’EBIT è pari a Euro 106 mila (Euro -3 milioni nel bilancio consolidato)
  • L’EBT ammonta a Euro -316 mila (Euro -4,8 milioni nel bilancio consolidato)
  • Risultato netto pari a Euro -316 mila (Euro -3,7 milioni nel bilancio consolidato)
  • Patrimonio netto pari a Euro 13 milioni (Euro -1,5 milioni nel bilancio consolidato)
  • PFN di Euro 18,2 milioni (Euro 84,8 milioni nel bilancio consolidato)
  • NAV pari a Euro 6,2 milioni circa; NAV per azione Euro 0,36
  • Aggiornamento del calendario eventi societari

 

Il consiglio di amministrazione di Italeaf, holding di partecipazione e primo company builder italiano, attiva nei settori cleantech e smart innovation, quotata al Nasdaq First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, ha approvato oggi la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2019.

 

Dati economici e finanziari di sintesi*

 

Al 30 giugno

2019

Al 30 giugno

2018

Variazione %

In Euro

Ricavi netti delle vendite e delle prestazioni

1.151.904

1.447.528

(20,4)%

EBITDA

147.385

529.616

(72,2)%

EBIT

106.484

246.145

(56,7)%

EBT (Risultato ante imposte)

(316.726)

(147.269)

51,4%

Risultato netto 

(316.726)

(147.269)

    115,1%

 

 

Al 31 dicembre

2018

 

Patrimonio netto

13.037.531

13.354.259

n.a.

Posizione finanziaria netta complessiva

18,178,383

17.776,227

n.a.

*Relazione Finanziaria Semestrale redatta secondo i principi contabili ITALIAN GAAP

 

Il NAV di Italeaf è pari a Euro 6,2 milioni al 30 giugno 2019 (Euro 5,5 milioni al 31 dicembre 2018); Nav per azione Euro 0,36.

 

Rinvio dell’approvazione del bilancio 2019

Il Consiglio di Amministrazione di Italeaf ha quindi deliberato di posticipare ad una data successiva da definire e comunque entro il 31 maggio 2020 l’approvazione del bilancio di esercizio e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2019.

Le ragioni di tale rinvio si basano principalmente sulle seguenti considerazioni:

  • in data 29 gennaio 2020 il Consiglio di Amministrazione della controllata algoWatt S.p.A. (già TerniEnergia), principale asset della holding, ha deliberato di approvare il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2019 in un periodo compreso tra il 21 e il 24 aprile 2020;
  • alla luce dell’aggravarsi dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, le autorità pubbliche nazionali hanno disposto il rinvio delle assemblee di approvazione dei bilanci al 30 giugno 2020 per le società che ne vogliano beneficiare e il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto opportuno avvalersi di tale differimento, anche in considerazione della redazione del bilancio consolidato e del processo di ristrutturazione in corso.

La Relazione Finanziaria Semestrale al 30/06/2019 in versione completa e in lingua inglese è pubblicata sul sito internet della Società www.italeaf.com e diffuso su GlobeNewswire Intrado | Release Publishing.

23Mar 2020
  • Approvato il bilancio di esercizio 2018 e presa d’atto del bilancio consolidato 2018 del Gruppo
  • La perdita di esercizio 2018 sarà riportata a nuovo
  • Presa d’atto delle linee guida del Piano di risanamento e dello stato di avanzamento delle trattative per l’Accordo finanziario

 

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Italeaf SpA, holding di partecipazione e primo company builder italiano attivo nei settori cleantech e smart innovation, quotata al NASDAQ First North Growth Market della Borsa di Stoccolma, si è tenuta il 23 marzo 2020 presso la sede della società a Narni (TR).

Delibere

L’Assemblea ha deliberato a favore di tutti i punti all’ordine del giorno, in conformità con le proposte descritte nell’avviso di convocazione. Le delibere più rilevanti sono descritte di seguito:

  • È stato approvato il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2018, nonché si è preso atto del bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2018.
  • L’Assemblea ha deliberato di riportare a nuovo la perdita di esercizio 2018 pari a Euro 14.449.706,00.
  • L’Assemblea ha preso atto dell’informativa offerta dal Consiglio di Amministrazione sui contenuti del piano di ristrutturazione sotteso alla redazione del bilancio sociale chiuso il 31 dicembre 2018.